Cerca

Programma #7 PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI


In questi anni abbiamo assistito a un declino sistematico dell’attività e della partecipazione del Consiglio Comunale, dei Comitati di zona, delle Consulte di partecipazione associative. Per far ritornare i cittadini verso le istituzioni è necessario avere un atteggiamento aperto, mantenersi trasparenti e dare spazio alle istanze che vengono percepite come prioritarie. Per avvicinare i cittadini alla partecipazione sarebbe necessario anche l’uso di un linguaggio diverso, con un calo della conflittualità ideologica, più ascolto, trasparenza, apertura. Quindi, prima di “modificare il regolamento”, bisogna modificare l’interazione con i cittadini e mettere il cittadino al centro in piena attuazione del regolamento esistente. La gente potrebbe forse partecipare, se vedesse le proprie istanze percepite ed eventualmente raccolte dando ad esse un “peso” misurabile.

Le strutture “intermedie”, come i Comitati di Zona, devono garantire un ascolto attivo e assicurare che le istanze trovino l’attenzione del Sindaco e di tutta la macchina comunale. Tutte le risorse del Comune che hanno contatti con il pubblico devono essere coinvolte nel processo di ascolto e di attivazione dei meccanismi di escalation e dei processi di gestione delle segnalazioni che favoriscano soluzioni concrete ed un maggiore coinvolgimento della cittadinanza.


Proposte:

  1. il dibattito tecnico e istruttorio delle delibere dovrà vedere una maggiore attività da parte delle commissioni affinché la discussione in Consiglio comunale si concentri maggiormente sugli aspetti politici delle scelte dei diversi gruppi – il Regolamento attuale permette di costituire nuove Commissioni e Consulte che possano facilitare questo processo;

  2. operare una variazione di orari e il decentramento di alcuni Consigli comunali;

  3. convocare Consigli comunali aperti ai cittadini e tematici che permettano anche la presenza di esperti;

  4. formalizzazione di un processo di gestione degli input da parte dei cittadini (tracciamento) e attivare sondaggi periodici sulla soddisfazione dei cittadini rispetto ai servizi offerti;

  5. formazione bipartisan ai Consiglieri comunali su come gestire incontri chiari ed efficaci che favoriscano l’interesse e la partecipazione dei cittadini;

  6. formazione e coinvolgimento dei dipendenti nelle azioni per rendere la cittadinanza partecipe (oltre la Customer Satisfaction);

  7. progetto di informazione ai cittadini sulle opportunità e sui processi di partecipazione alla vita del Comune con riferimenti concreti(decentramento e relativi rappresentanti, incontri con il Sindaco, fonti di informazione sugli atti dell’Ente);

  8. bilancio partecipativo per rendere trasparente il processo di assegnazione delle risorse attraverso la promozione dei Comitati di Zona;

  9. avviare un progetto di revisione del Regolamento comunale per individuare aree di maggiore apertura alla Partecipazione.



93 visualizzazioni