Cerca

Programma #10 FRAZIONI DECENTRATE


Il nostro programma si concentra anche su alcuni fondamentali interventi previsti per le frazioni, destinati a riqualificare il territorio, realizzare servizi, garantire sicurezza, creare collegamenti, ripensare la viabilità, orientarsi verso una mobilità più sostenibile e in generale offrire una migliore qualità della vita a tutte le fasce di età.






Mezzate

  • Sistemare e mettere in sicurezza i parchi in via Ugo La Malfa e via Resistenza.

  • Realizzare un’area cani.

  • Riqualificare l’area del Peschierello e di piazza della Costituzione allo scopo di realizzare spazi per l’attività ludica e sportiva all’aperto, prevedendo una zona destinata a RSA per anziani (fruibile anche come centro diurno), servizi socio-sanitari e di vicinato, negozi.

  • Riqualificare la pista ciclabile e via Galvani con particolare riguardo ai problemi della sicurezza stradale.

  • Realizzare l’area a parcheggio e servizi per camion presso la zona di via Galvani.

  • Riqualificare le aree produttive abbandonate.

  • Sistemare il piccolo cimitero riqualificandolo e rendendolo elemento “attrattivo” della frazione, con indicazioni della sua storia.


Bellingera

  • Sistemare il parco giochi, metterlo in sicurezza e dotarlo di giochi nuovi.

  • Riqualificare le zone “industriali” abbandonate.


Canzo

  • Intervenire sulla viabilità del traffico pesante affinché non incida nella zona residenziale; prevedere la separazione del transito dei mezzi pesanti (verso via Milano).

  • Riqualificare il centro storico in termini di arredo urbano e di aree fruibili per giovani e famiglie (anche attraverso il recupero di edifici ormai in disuso come l’ex Viscontina).

  • Realizzare una zona di osservazione degli aerei nell’area a parcheggio davanti al cimitero.

  • Sistemare le aree a verde (come da progetto presentato dal Comitato di Canzo nel bilancio partecipativo del 2017).

  • Definire il collegamento con la zona di Bellingera - Mezzate anche con sistemi di attraversamento pedonale e ciclabile (ponte).

  • Realizzare il collegamento ciclopedonale con l’area dell’Idroscalo.

  • Stimolare l’apertura di negozi di vicinato.


Linate

  • Decentrare una postazione del Comune con operatore unico per servizi demografici, anagrafe e informazioni generali, e una postazione/presidio della Vigilanza urbana.

  • Riqualificare il Centro Calipari come sede comunale - con spazio per biblioteca e prestito libri e area studio - sede per matrimoni (con realizzazione di giardini di prestigio), spazi per medici e servizi sanitari di base.

  • Avviare il secondo lotto della cascina Lorini per housing sociale e spazio giovani.

  • Riqualificare l’ex scuola di Linate per realizzare centro anziani, ludoteca, comitato di frazione e sistemazione del giardino con campo per minibasket.

  • Realizzare la Casa dell’acqua.

  • Fare manutenzione di marciapiedi e asfaltatura strade.

  • Wi-fi libero al parco giochi, al Centro Calipari e in tutti gli spazi di aggregazione.

  • Riqualificare la ciclabile di via Milano e la ciclabile di via Baracca, che permette di mettere in comunicazione Peschiera Borromeo con il Parco Forlanini, e la ciclabile verso Ponte Lambro (messa in sicurezza) consentendo la connessione con la ciclabile già esistente e con le future ciclabili lungo il Lambro.

Aeroporto Sea

- Installazione di barriere anti rumore da parte di Sea (come da loro proposti negli incontri avuti in questi anni).

- Centraline fisse per monitoraggio inquinamento atmosferico e acustico.

- Costituzione di un tavolo permanente con la Sea e di un ufficio comunale permanente per i rapporti tra Sea e Amministrazione.


Viabilità

- Riposizionare la fermata Scuola Bus garantendo la sicurezza ai bambini e agli stessi genitori, dotandola di agevoli raccordi di entrata e uscita al fine di garantire una maggiore sicurezza.

- Istituire il collegamento con il cimitero di Canzo.

- Installare e potenziare nuovi dissuasori di velocità soprattutto all’incrocio tra via Pascoli e viale Rimembranze.


Parco giochi G. Brichetto

- Sistemare il muro perimetrale e mettere in sicurezza il muretto dove si siedono le persone togliendo spigoli pericolosi e realizzando una copertura che lo renda fruibile


Bellaria

La nuova amministrazione comunale dovrà agire concretamente per dare risposte immediate nella zona di via Fallaci, con particolare riguardo a:

  • sistemazione delle aree di pertinenza degli edifici con destinazione prevalente a spazio giochi per bambini;

  • realizzazione di interventi per la sicurezza delle aree abitate attraverso opere di mitigazione ambientale (per esempio la creazione di molteplici filari di pioppi cipressini); coinvolgimento del Comune di Mediglia per sollecitare Mapei alla realizzazione di interventi che riducano il rumore ed eventuali fattori di rischio;

  • realizzazione di parcheggi e zone di sosta con interventi di arredo urbano.

L’attuale zona di Bellaria richiede, nel contempo, l’avvio di uno studio finalizzato alla riqualificazione complessiva della frazione.

La riqualificazione dovrà perseguire i seguenti obiettivi:

  • creazione di servizi commerciali di vicinato;

  • realizzazione di servizi per lo sport e il tempo libero;

  • creazione di interventi per il terziario avanzato e incubatori di impresa.

Nel perseguire tali obiettivi è necessario arrivare alla risoluzione dei contenziosi attualmente esistenti con alcuni proprietari di aree e con Mapei, e acquisire l’ex area dell’Aeronautica dal demanio dello Stato. Per raggiungere l’obiettivo di una procedura negoziata, che consenta un accordo quadro di programmazione integrata e negoziata, dovranno essere utilizzate le normative regionali in materia (L.R. 2/2003 e disciplinati dal Regolamento 12 agosto 2003, n. 18; va richiamata anche la L.R. 12/05 per il governo del territorio, oltre alla L.R. 18/19 in materia di rigenerazione urbana), anche al fine di ottenere finanziamenti pubblici.

Nel percorso di riqualificazione urbanistica dovranno rientrare la nuova zonizzazione acustica e il piano generale dei servizi.


San Bovio

È necessario acquisire al patrimonio comunale l’immobile del centro civico per realizzare al suo interno servizi e attività per i cittadini della frazione.

Va innanzitutto decentrata una postazione del Comune con operatore unico per servizi demografici, anagrafe e informazioni generali, e costituita una postazione/presidio della Vigilanza urbana. Nella stessa struttura possono trovare spazio attività sanitarie di base, uno spazio per i giovani e attività sociali.

L’area attorno al centro civico va riqualificata con spazi per attività sportiva esterna e strutture a parco. Infine, si prevedono la riapertura del campo di calcio della frazione e l’installazione del della Casa dell’Acqua.


184 visualizzazioni