Cerca

IN CHE MONDO VIVREMO

Giovedì 10 dicembre, alle 21.00, vi aspetto online con Chiara Giaccardi e Mauro Magatti, docenti di Sociologia all’Università Cattolica di Milano e autori del volume “Nella fine è l’inizio. In che mondo vivremo”, edito da Il Mulino: una riflessione sulla possibilità di trasformare in meglio il mondo post-Covid. Il libro è nato proprio quando l’esplosione della pandemia ci ha costretto a fermarci e ci ha messo di fronte a una sfida: quella di trasformare le difficoltà del presente in leve verso il cambiamento, per costruire un futuro più capace di rispondere alle nuove necessità.


Resilienza è la parola chiave. Il termine viene da resalio, "verbo latino che indica il movimento della nave quando, dopo essere stata capovolta dalla tempesta, riesce a rigirarsi e a riprendere il mare, con più esperienza. Non c’è resilienza senza apprendimento: è ascoltando la realtà - cioè facendo esperienza - che dall’adattamento si arriva alla trasformazione”, scrivono gli autori.


Un altro concetto fondamentale che il libro mette in evidenza è legato all’individualismo e a come si sia rivelato un’astrazione: “Di fronte al virus abbiamo vissuto sulla nostra pelle il fatto che siamo tutti interdipendenti, che le nostre vite sono legate le une alle altre, che i nostri comportamenti condizionano i destini altrui e viceversa… abbiamo fatto esperienza concreta del fatto che ciascuno può fare la differenza, per sé e per gli altri, soprattutto i più deboli”.

Il senso della comunità è qualcosa di tangibile, con profonde ripercussioni nella realtà di cui la pandemia ha mostrato tutta la forza e l'immediatezza.

Per partecipare all'incontro online basta registrarsi al link: https://bit.ly/inchemondovivremo

0 visualizzazioni