Cerca

SOSTEGNO A CHI AIUTA GLI INDIGENTI

Una delle cose che ho comunicato negli incontri di consultazione avuti in queste settimane è la precisa volontà di mettere a disposizione la mia esperienza, maturata in dieci anni di lavoro a livello nazionale, per realizzare politiche sociali contro la povertà. E quando parlo di povertà mi riferisco non solo a quella sanitaria, di cui nello specifico mi sono occupato, ma anche di quella alimentare, educativa e culturale.

Bisogna innanzitutto che il Comune sostenga chi opera sul territorio con i propri volontari per aiutare le persone e i nuclei familiari indigenti. Il Comune può e deve fornire a queste associazioni spazi, strumenti, connessioni e anche finanziamenti, perché rappresentano un welfare parallelo senza il quale non si riuscirebbe a garantire neanche il minimo essenziale a chi si trova in condizione di estrema difficoltà.

0 visualizzazioni